CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER GIOVANI E DONNE

Dal 19 maggio 2021 sarà possibile presentare istanze per la concessione di contributi e fondo perduto e finanziamenti a tasso zero finalizzati alla creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.

Possono richiedere le agevolazioni imprese dotate delle seguenti caratteristiche:

  • costituite da non più di sessanta mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • di micro e piccola dimensione;
  • costituite in forma societaria;
  • la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni ovvero da donne indipendentemente dall’età.

Sono ammissibili all’incentivo anche le persone fisiche che intendono costituire un’impresa, purché facciano pervenire la documentazione necessaria entro i termini indicati nella comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

Sono ammissibili le iniziative, realizzabili su tutto il territorio nazionale, promosse nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone ivi compresi quelli afferenti all’innovazione sociale;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo ivi incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza.

Per le imprese costituite da non più di 36 mesi è possibile proporre programmi di spesa fino ad euro 1,5 MLN che possono includere:

  • Opere murarie e assimilate (nel limite del 30% dell’investimento complessivo);
  • Macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;
  • Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC);
  • Acquisto di brevetti o acquisizione di relative licenze d’uso;
  • Consulenze specialistiche (nel limite del 5% dell’investimento complessivo);
  • Oneri notarili;
  • Spese di gestione (materie prime, servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa e godimento di beni di terzi), nel limite del 20% delle spese di investimento.

Per le imprese costituite da oltre 36 mesi è possibile proporre programmi di spesa fino ad euro 3 MLN che possono includere:

  • Acquisto dell’immobile sede dell’attività (solo per settore turismo e nel limite del 40% dell’investimento complessivo);
  • Opere murarie e assimilate (nel limite del 30% dell’investimento complessivo);
  • Macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;
  • Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC);

Le agevolazioni concesse possono coprire il 90% del programma di spesa e consistono in:

  • Finanziamento a tasso zero della durata massima di dieci anni;
  • Contributo a fondo perduto.

Per le imprese costituite da non più di 36 mesi possono accedere ad un mix di finanziamento a tasso zero contributo a fondo perduto che non può superare il limite del 20% della spesa ammissibile.

Per le imprese costituite da oltre 36 mesi possono accedere ad un mix di finanziamento a tasso zero contributo a fondo perduto che non può superare il limite del 15% della spesa ammissibile.

Lo Studio è a disposizione per assistenza nella redazione predisposizione del piano d’impresa richiesto dal Bando.